maturita 2020 esame

Maturità 2020, Azzolina: “Non tutti saranno promossi”

Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha fatto il punto sull’anno scolastico 2019/2020, in via di conclusione e con le aule chiuse dal mese di marzo. Ci sono due possibilità per la conclusione dell’anno scolastico, dipenderà dalla ripresa o meno delle lezioni entro il 18 maggio, come ha comunicato la ministra.

Qualora si dovesse tornare a scuola entro il 18 maggio, l’esame di Maturità 2020 si terrà regolarmente a giugno, con una commissione di professori interna ed un presidente esterno. Ci sarebbe la prova nazionale di italiano e la seconda prova organizzata dalla commissione interna. In questo modo l’esame avrebbe la stessa validità delle altre Maturità.

Nel caso non si dovesse tornare tra i banchi, ci sarebbe solo un colloquio orale a giugno, al quale sarebbero tutti ammessi, ma, come sottolineato da Lucia Azzolina, non ci sarà la promozione automatica per tutti. Ci potranno essere anche studenti bocciati alla fine dell’anno.