supplenti scuola

Sindacati: la maggioranza dei supplenti lavora senza abilitazione

I sindacati hanno lanciato l’allarme sulla situazione dei supplenti in Italia, con la maggioranza che lavora senza abilitazione. Si tratta di circa 200 mila persone (187.865) che sono supplenti il cui contratto è in scadenza il 31 agosto od il 30 giugno a seconda dei casi. Molte di queste persone lavora senza l’abilitazione, quindi senza una formazione per il lavoro che andranno a svolgere.

Questo è quanto comunicato dai principali sindacati, i quali hanno chiesto al Governo l’avvio di una procedura che possa portare a dei percorsi di abilitazione. Questo sarà uno dei temi per il quale si farà lo sciopero del prossimo 6 marzo 2020.

In questo modo la stabilizzazione è molto difficile da ottenere, con i supplenti che sono presi dalla terza fascia delle graduatorie di istituto o dalle domande nelle quali si mettono a disposizione. Non sempre si entra a conoscenza del lavoro per il quale si sarà chiamati.